CHI SONO

 

Chi sono

Sono nato a Firenze nel 1967, ma ho vissuto a Scandicci fino al 1990 quando mi sono trasferito a Roma per lavoro.

La fotografia è sempre stata una mia passione, iniziando con una piccoletta che i miei genitori comprarono per il loro viaggio di nozze. Nel 1977, in occasione della mia Prima Comunione, mi regalarono la Polaroid: il poter vedere gli scatti dopo un paio di minuti rappresentava pura fantascienza, ma i rullini non erano proprio economici per cui il suo utilizzo è stato piuttosto saltuario.

Arriva il 1982, anno delle scuole superiori: finalmente mi regalarono una macchina fotografica seria: una reflex "Cosina" (sottomarca Pentax) con obiettivo 50 mm. e con questa ho iniziato davvero a sbizzarrirmi. Negli anni a seguire ho fatto anche tante diapositive: sicuramente è bello poter vedere le foto proiettate in tutta la loro grandezza e luminosità su un telone, ma non mi ero guardato troppo in avanti: con il tempo i caricatori delle diapositive aumentavano, tutte le volte che volevo rivederle dovevo tirare fuori tutto quell'ambaradan e poi non potevo portarmele comodamente a giro, senza contare che la stampa su carta da diapositiva costava molto di più che la stampa di foto normali (eh si, qualche diapositiva andava pur stampata su carta!). Il bello è che la carta che utilizzavano per stampare da diapositiva era di un lucido fantastico.

Successivamente l'interesse per la fotografia scemò: scattavo solo in rare occasioni e in quantità decisamente minore. Con l'avvento delle digitali sono tornato a fare qualche foto in più, ma ho iniziato con macchine poco performanti per cui gli scatti non uscivano un granchè e servivano solo per fissare i ricordi, niente di più.

Nel 2008, in occasione di un mio viaggio a Londra, acquistai un'altra compatta, una Canon PowerShot A720 IS, meglio dell'HP di prima ma ancora lontana dallo sfornare foto di buona qualità. Nel 2012 mia moglie mi regalò una Fujitsu Finepix S4000, una bridge che devo dire mi ha dato qualche prima soddisfazione: però ero ancora allo stadio di scattare senza badare troppo alla qualità finale.

In quel periodo iniziai a frequentare la community di Panoramio e fra i tanti "Like" e "YSL" ho avuto l'occasione di fare alcune amicizie (un paio sfociate poi in incontri dal vivo) che mi hanno insegnato a non scattare unicamente alla cieca introducendomi anche alla post-produzione che, fino a quel momento, non avevo mai preso in considerazione.

Con la post-produzione e i consigli degli amici sono riuscito a migliorare i miei risultati tanto che alla fine, nel 2013, decisi di fare il "grande passo" acquistando la mia prima reflex digitale, una Pentax K30 in kit con due obiettivi: un 18-50 e un 55-300 scoprendo solo successivamente che il cinquantino della mia reflex del 1982 era compatibile con l'attacco della mia nuova Pentax: ma poco dopo ne ho comprato un altro con autofocus. Ad ottobre 2015 ho acquistato un Sigma 600 mm. f/8 mirror, un supertele catadiottrico che lavora solo in manuale ma che con un po' di pratica dà anche qualche bella soddisfazione.
Con questa macchina ho iniziato davvero a divertirmi, anche se ancora non ho certo raggiunto livelli degni di nota. Prima o poi mi dovrò decidere a frequentare qualche corso di fotografia perchè sono completamente autodidatta. Purtroppo il tempo è tiranno e rimando sempre. 

In questo sito ho voluto raccogliere gli scatti che a me personalmente sono piaciuti di più: mi auguro piacciano pure a voi. Altre mie gallerie più complete le potete trovare su Panoramio, Flickr e 500px.

Infine un ringraziamento all'autore della foto di quest'articolo, collega nonchè amico Sergio.

  • Tweets